Galleria Home

LOGHI E SOCIAL

                    
Impara ad imparare.
#sviluppocognitivo

I MILLENNIALS E LA RETE

i millennialsQuando parliamo di "Millennials" o "Net Generation" ci riferiamo a quel target giovanile cresciuto a stretto contatto con la tecnologia attuale, tanto da farne quasi una propria appendice o comunque utilizzarla come potente strumento con cui quotidianamente interfacciarsi con il mondo circostante.

Il web veicola qualsiasi tipo di informazione in tempo reale, riducendo gli istanti di ricerca a pochi click e permettendoci di raggiungere un numero illimitato di persone coprendo distanze chilometriche che, fino a qualche anno fa, era impensabile toccare in maniera così istantanea.

Questo, naturalmente, crea un gap generazionale tra chi si muove agevolmente su piattaforme sociali e web e chi, per ragioni d'età, stenta a coglierne i reali potenziali che sono indiscutibilmente numerosi pur al netto di pericolose insidie che si nascondono neanche troppo profondamente in rete e di cui i Millennials sembrano essere ignari.

Secondo un recente studio effettuato da ANSSAIF (Associazione Nazionale Specialisti Sicurezza in Aziende di Intermediazione Finanziaria)  il 55% degli intervistati in un'età compresa tra i 18 e i 30 anni non mostra preoccupazione rispetto ai rischi connessi all'uso di Internet e dei Social Network, piattaforme attraverso cui gli adolescenti di oggi si confrontano quotidianamente.

La sfida attuale è, quindi, quella di rendere il web un luogo più sicuro per le nuove generazioni e in questa direzione si stanno muovendo associazioni, scuole e genitori.

Al di là, infatti, dei rischi prettamente legati alla salute come la troppa esposizione alle radiofrequenze emesse da smartphones e tablets, i disturbi alla vista ed il calo di attenzione causati da un uso compulsivo degli strumenti elettronici, gli adolescenti vanno incontro a gravi rischi legati alla sfera personale ed emotiva con un utilizzo indiscriminato e privo di controllo dei Social Network.

Qualsiasi informazione caricata su questo tipo di piattaforme è, infatti, potenzialmente in grado di raggiungere qualunque destinatario, può essere riprodotta, scaricata, distorta e piegata agli usi più diversi. I tristi episodi di cronaca in cui, con cadenza ormai giornaliera, ci imbattiamo parlano di cyberbullismo e spesso hanno epiloghi dolorosi che dovrebbero farci riflettere e prendere provvedimenti adeguati.

Se un tempo il fenomeno del bullismo era circoscritto alle aule scolastiche o alle vie del quartiere e quindi in un certo qual modo arginabile, oggi sconfina in un territorio, quello del web,  che non presenta barriere nè confini e che ha come risultato quello di dilatare entrambi i ruoli quello della vittima che non trova via d'uscita al pubblico ludibrio e quello dei carnefici che traggono, naturalmente, forza dalla propria condizione di "leoni da tastiera", ben protetti dietro uno schermo grazie anche a leggi e regolamentazioni ancora troppo fragili.

Altra grave insidia cui troppo spesso vanno incontro soprattutto i giovanissimi è l'adescamento in rete. Secondo uno studio condotto da Microsoft in 11 paesi europei,  tra cui anche l'Italia, è emerso che il 79% dei teenagers europei possiede una propria pagina sui social ed il 43% di essi ritiene sicuro postare e condividere informazioni personali sui propri profili. Non solo: il 26% dei ragazzi condivide il proprio indirizzo di casa, il 56% il nome della propria scuola e, con queste premesse in Italia il 73% degli intervistati ha amesso di aver ricevuto messaggi in rete da parte di sconosciuti.

Alla luce di questi dati, come dicevamo, si pone ai genitori, agli insegnanti ed agli educatori l'importante sfida di promuovere un uso consapevole di Internet e dei Social Network in particolare. Conoscere le dinamiche che regolano questi spazi virtuali è il passo più importante per scongiurare possibili pericoli, così come un dialogo costruttivo che insegni come la realtà virtuale si discosti dalla vita vera e come le stesse regole di comportamento valide nella vita di tutti i giorni vadano applicate anche nei rapporti cosiddetti virtuali.
Sono molte le associazioni e le iniziative nate per sensibilizzare le coscienze sul tema e per aiutare i meno avvezzi alla tecnologia a districarsi nella giungla virtuale al fine di monitorare e rendere più sicura l'avventura "social" dei propri figli.

A questo proposito consigliamo di visitare il sito www.davide.it, portale che fornisce strumenti utili per un uso consapevole di Internet e di consultare il sito della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia che con la Campagna "Usale non farti usare!" ha fornito importanti linee guida in materia di Social Network e giovani.

La nascita di Internet è stata certamente una rivoluzione mondiale per quanto concerne la diffusione di conoscenza, informazioni e strumenti di ricerca, così come i Social Network hanno abbattuto barriere fisiche e geografiche. Regalare alle future generazioni un mondo, ancorché virtuale, più sicuro è un loro diritto e un nostro dovere.
 
Personal Care
Servizi Socio Sanitari a domicilio
www.cspersonalcare.com
 
 

Aiuta anche tu la COOPERATIVA
e i suoi progetti

Donaci il tuo 5 x MILLE, per noi è un grande aiuto per crescere.

CODICE FISCALE  06972390964

Per NATALE scegli i nostri Panettoni e Pandori Artigianali e SOLIDALI.

Per PASQUA scegli le nostre Uova e Colombe Artigianali e SOLIDALI.

Acquista una GUIDA dallo shop e sostieni i nostri progetti.


Seguiteci sui social

Segui la Cooperativa sui Social Network!

Profili D.ssa Nicoletta Lastella
                
Profili CSDAC Sviluppo Cognitivo
                
 








 

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente Sito Web, ivi inclusa la riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta di Centro per lo Sviluppo delle Abilità Cognitive Coop.Sociale.



Centro per lo Sviluppo delle Abilità Cognitive Coop.Sociale | Privacy Policy P.IVA: 06972390964

Normativa Resi e Rimborsi | Condizioni generali di vendita | Spedizioni e consegne | Assistenza clienti


Web Engineering by Wonderarts