Scelta Cookie

Galleria Home

LOGHI E SOCIAL

                    
Impara ad imparare.
#sviluppocognitivo

DSA: COME DIAGNOSTICARLO?

dsaMio figlio non è dislessico! Tre elementi che ci confermano che nostro figlio non ha un disturbo specifico dell’apprendimento.

DSA, questa è la sigla che indica i Disturbi Specifici dell’Apprendimento. Sono tanti e sempre di più i ragazzi che oggi soffrono di un Disturbo Specifico dell’Apprendimento, un disturbo del neurosviluppo che comprende dislessia, discalculia, disortografia e disgrafia.

Questi disturbi emergono con la scolarizzazione quando lo studente manifesta difficoltà nella capacità di leggere, scrivere e fare conti in modo fluente. Se un tempo gli studenti con queste difficoltà venivano semplicemente considerati pigri o stupidi, oggi un trend opposto tende a ipergeneralizzare la diagnosi su tutti gli studenti che presentano una piccola difficoltà normativa.  È importante sapere che a scuola non è possibile redigere una diagnosi, le insegnanti possono fare osservazioni e avanzare ipotesi che devono sempre essere confermate da un’équipe diagnostica. Per stabilire una diagnosi di DSA è necessario tenere in considerazione tre fattori di esclusione, cioè elementi in presenza dei quali le difficoltà non possono essere ascritte ai un Disturbo Specifico dell’Apprendimento. Eccoli elencati di seguito:

·       Presenza di un handicap sensoriale o motorio: un handicap di questo tipo, come una disabilità visiva, uditiva o un handicap fisico che compromette la motricità fine, può comportare difficoltà nella lettura, nella scrittura o nel calcolo, per questo motivo non è compatibile con un Disturbo Specifico dell’Apprendimento.

·       Presenza di un deficit cognitivo: i DSA si manifestano in ragazzi con un’intelligenza nella media. La presenza di un deficit cognitivo può comportare difficoltà nell’apprendimento non ascrivibili a un DSA.

·       Presenza di svantaggio socio-culturale e/o linguistico: questo elemento non è compatibile con una diagnosi di disturbo specifico dell’apprendimento poiché le difficoltà scolastiche dello studente potrebbero riferirsi ad altre cause.
In generale consigliamo a tutti di non ipergeneralizzare le difficoltà scolastiche dei ragazzi. Prima di  chiedere una diagnosi è bene accertarsi che altri fattori, ad esempio di origine emotiva oltre a quelli già elencati, non influiscano sulle difficoltà dei nostri studenti. Si ricorda sempre che una diagnosi può essere redatta solo da professionisti esperti.  La normativa in merito alla validità della diagnosi varia da regione a regione. In Lombardia una diagnosi è ritenuta valida se redatta dalle Unità Operative di neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza accreditate, siano esse pubbliche o private. L’equipe diagnostica deve comprendere: psicologo, neuropsichiatra infantile e logopedista.

Lo staff del Centro per lo Sviluppo delle Abilità Cognitive

Aiuta anche tu la COOPERATIVA
e i suoi progetti

Donaci il tuo 5 x MILLE, per noi è un grande aiuto per crescere.

CODICE FISCALE  06972390964

Per NATALE scegli i nostri Panettoni e Pandori Artigianali e SOLIDALI.

Per PASQUA scegli le nostre Uova e Colombe Artigianali e SOLIDALI.

Acquista una GUIDA dallo shop e sostieni i nostri progetti.


Seguiteci sui social

Segui la Cooperativa sui Social Network!

Profili D.ssa Nicoletta Lastella
                
Profili CSDAC Sviluppo Cognitivo
                
 








 

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente Sito Web, ivi inclusa la riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta di Centro per lo Sviluppo delle Abilità Cognitive Coop. Sociale.



Centro per lo Sviluppo delle Abilità Cognitive Coop. Sociale | Privacy Policy P.IVA: 06972390964

Normativa Resi e Rimborsi | Condizioni generali di vendita | Spedizioni e consegne | Assistenza clienti


Web Engineering by Wonderarts