Galleria Home

LOGHI E SOCIAL

                    
Impara ad imparare.
#sviluppocognitivo

DISPERSIONE SCOLASTICA, E' POSSIBILE UNA SOLUZIONE?

DISPERSIONE SCOLASTICA 
La dispersione scolastica è un fenomeno che investe tutti gli ordini di scuola.

La dispersione può essere intesa come indice rivelatore di quei fenomeni che comportano un rallentamento ed un’interruzione del percorso dei ragazzi nell’ambito scolastico, prima del conseguimento del titolo finale. Sia durante la scolarità obbligatoria che in quella secondaria, questo risulta essere un fenomeno molto diffuso, a cui tutt’ora non è stato trovato un rimedio. La dispersione scolastica è spesso causa di piaghe sociali: bullismo, cyberbullismo, violenza negli stadi, microcriminalità, droga, condotte devianti.

Questo dato è omogeneo su tutto il territorio nazionale; ciò porta a concentrare l’attenzione sull’orientamento degli studenti che, se mal gestito, porta a scelte a volte irreversibili. 

Le cause di questo fenomeno appaiono le più svariate.

Una soluzione concreta potrebbe essere quella di valorizzare degli insegnanti che potrebbero dedicarsi specificatamente al supporto individuale. 

Ma perché allora non valorizzare anche quelle figure esterne, quali educatori o esperti nel settore che possano seguire i ragazzi più approfonditamente e che possano sostenere ed aiutare gli alunni in modo da far risultare la scuola un “nemico” più facilmente affrontabile?

L’azione che a questo punto può esser compiuta per cercare di migliorare questa piaga della nostra società prevede una prospettiva di personalizzazione ed attenzione del singolo studente che mira ad attuare degli interventi che possano creare situazioni di apprendimento più consone allo stile di apprendimento dell’alunno, far potenziare conoscenze e abilità basilari per la costruzione delle competenze fondamentali, sostenere il percorso dello studente in momenti di particolare difficoltà,  accrescere nei giovani la fiducia nelle proprie capacità, gestire specifiche difficoltà che impediscono all’alunno di portare avanti positivamente il rapporto con i diversi compiti educativi proposti dalla scuola fornendo strategie e  modalità organizzative nuove e specifiche per ciascun soggetto, sviluppare e accrescere l’autodisciplina e il senso di responsabilità.

Appare dunque chiaro come la sfida più grande sia quella di creare nuovamente motivazione negli alunni, renderli maggiormente in grado di affrontare l’ambito scolastico e permettere loro di affrontare con più serenità e dedizione l’importante percorso che li aiuterà a realizzarsi in un futuro.  
 
Non solo però, le difficoltà in ambito scolastico e la conseguente “sfiducia” nella scuola, potrebbero derivare anche da fattori che coinvolgono maggiormente la sfera psico-sociale.

Analisi recenti hanno permesso di evidenziare come molte difficoltà nelle classi derivano da motivazioni prettamente individuali che possono spingere verso l'abbandono precoce degli studi e, fra queste, un peso notevole lo hanno i disturbi d'ansia. Ci sono bambini o ragazzi che mostrano grandi difficoltà a socializzare, a parlare in pubblico; c’è chi soffre di fobia scolastica o attacchi di panico ad esempio. Questi ragazzi non sono disinteressati alla cultura e all'istruzione, ma semplicemente non sono in grado di sostenere gli altissimi livelli di stress che l'ambiente scolastico procura loro.

Una soluzione mirata a questo problema potrebbe essere quello dell’homeschooling (o educazione parentale). Questo termine indica la concreta realtà, che si sta via via diffondendo, di spostare l’insegnamento del giovane dal tradizionale contesto scolastico a casa.

Anche in questo caso esistono nel nostro territorio delle realtà che si possono far carico di questo importante compito. Devono dunque anche in questo contesto esser valorizzati questi enti, che con personale formato ed esperto, sono in grado di fornire gli strumenti necessari per accompagnare i ragazzi in questo percorso da “autodidatti” con il supporto dei loro genitori che assumono il ruolo di educatori parentali.
 
Rispettare le caratteristiche personali e le esigenze di ciascuno dunque potrebbero essere una via interessante da perseguire per cercare di intervenire in questa triste realtà della nostra società odierna, nonchè pacificare in famiglia il rapporto con l'istruzione scolastica. 

Lo staff del Centro per lo Sviluppo delle Abilità Cognitive

Aiuta anche tu la COOPERATIVA
e i suoi progetti

Donaci il tuo 5 x MILLE, per noi è un grande aiuto per crescere.

CODICE FISCALE  06972390964

Per NATALE scegli i nostri Panettoni e Pandori Artigianali e SOLIDALI.

Per PASQUA scegli le nostre Uova e Colombe Artigianali e SOLIDALI.

Acquista una GUIDA dallo shop e sostieni i nostri progetti.


Seguiteci sui social

Segui la Cooperativa sui Social Network!

Profili D.ssa Nicoletta Lastella
                
Profili CSDAC Sviluppo Cognitivo
                
 








 

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente Sito Web, ivi inclusa la riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta di Centro per lo Sviluppo delle Abilità Cognitive Coop.Sociale.



Centro per lo Sviluppo delle Abilità Cognitive Coop.Sociale | Privacy Policy P.IVA: 06972390964

Normativa Resi e Rimborsi | Condizioni generali di vendita | Spedizioni e consegne | Assistenza clienti


Web Engineering by Wonderarts